I vantaggi del vapore

Se hai voglia di preparare un piatto sano e delizioso nel rispetto del pianeta e adatto al tuo portaglio, è il momento di provare uno dei metodi di cottura più amati del 2020. La dietista Juliette Kellow ti svela nove motivi per utilizzare la cottura al vapore…

1. La cottura al vapore preserva il contenuto vitamico degli alimenti

La cottura al vapore è uno dei migliori metodi di cottura per garantire che i cibi mantengano le loro proprietà. I nutrienti solubili in acqua quali la vitamina C e il folato (una vitamina del gruppo B), presenti in buone quantità in molte verdure, vengono danneggiati dal calore e dall’acqua. La cottura al vapore mantiene le verdure separate dall’acqua calda, consentendo loro di conservare una maggiore quantità di vitamine (vedi i grafici seguenti), in particolare rispetto ad altri metodi di cottura quali la bollitura in cui queste vitamine si disperdono nell’acqua di cottura finendo nel lavello anziché venire assorbite dal nostro organismo. Preservare i nutrienti quali la vitamina C e il folato è di fondamentale importanza perché riducono il senso di stanchezza e rinforzano il nostro sistema immunitario.


2. La cottura al vapore aumenta le sostanze antiossidanti

La cottura rompe le cellule contenute in alimenti come le verdure favorendo l’aumento di sostanze antiossidanti rendendole più facilmente assimilabili e utilizzabili dal nostro organismo. Molti studi dimostrano che la cottura al vapore è particolarmente indicata per mantenere gli antiossidanti quali flavonoidi, antociani e glucosinolati. A differenza della bollitura, non è presente acqua di cottura in cui possano percolare e sono meno soggetti a essere danneggiati dal calore. Si tratta di un vantaggio importante, poiché gli antiossidanti aiutano a depurare il nostro organismo da sostanze dannose chiamate radicali liberi prima che possano danneggiare le cellule e con il tempo provocare problemi di salute.

3. La cottura al vapore è perfetta per una dieta sana

Oltre a salvaguardare le vitamine e gli antiossidanti presenti negli alimenti, la cottura al vapore offre altri benefici per un regime alimentare ancora più sano. Innanzitutto, si tratta di un metodo di cottura privo di grassi, un’ottima notizia per il nostro punto vita. Un cucchiaio di olio contiene circa 407 kJ/100 kcal e 11 g di grassi. Con un cucchiaio d’olio in meno al giorno potrai togliere oltre 4 litri di olio all’anno dalla tua dieta e risparmiare calorie sufficienti per perdere potenzialmente 5 kg! Inoltre, a differenza di altri metodi di cottura quali la bollitura, gli alimenti cotti al vapore non richiedono l’aggiunta di sale. Questo è un ottimo vantaggio per la nostra salute perché l’assunzione regolare di una quantità eccessiva di sale porta all’aumento della pressione del sangue con conseguente rischio di infarto e ictus.

4. Preserva le proprietà organolettiche degli alimenti

Hai mai servito delle verdure bollite dalla consistenza molle e prive di colore? Ti è mai successo che il pollo alla griglia risultasse troppo asciutto o i gamberetti fritti troppo secchi? Allora è il momento di passare al vapore. Questo metodo di cottura aiuta a mantenere il colore, la forma e la consistenza degli alimenti perché non vi è contatto diretto con l’acqua calda o con calore estremo. La cottura al vapore mantiene l’umidità degli alimenti senza inzupparli. Ad esempio, i broccoli aumentano di peso del circa 12% quando vengono bolliti ma appena del 4% quando sono cotti al vapore. In pratica, le verdure cotte al vapore restano croccanti e mantengono un colore acceso. Non c’è allora da stupirsi se in una nostra piccola ricerca è emerso che nove persone su dieci preferiscano le verdure cotte al vapore, sebbene le stesse hanno affermato di usare il classico metodo di bollitura! Inoltre, la cottura al vapore fa sì che alimenti quali il pesce, il pollo e la carne non si asciughino e non risultino pertanto duri o secchi come può accadere con la cottura arrosto, alla griglia e con la frittura, in cui gli alimenti vengono cotti a temperature molto più elevate. Viceversa, la cottura al vapore mantiene gli alimenti proteici umidi, teneri e appetitosi.

5. La cottura al vapore esalta i sapori degli alimenti

Mettere in acqua calda le verdure ne “diluisce” il sapore lasciandole spesso senza gusto. Al contrario, la cottura al vapore preserva il sapore, in modo analogo a come preserva i nutrienti. Il vapore è inoltre il metodo di cottura perfetto per insaporire ulteriormente gli alimenti senza aggiunta di sale. Quando li cuoci al vapore prova ad aggiungere alcuni degli aromi naturali elencati di seguito per esaltare il gusto dei tuoi piatti:

  • Erbe fresche come timo, rosmarino, dragoncello, basilico, coriandolo, prezzemolo, salvia, aneto e foglie di kaffir lime
  • Fettine di limone, lime o arancia, oppure una spolverata di scorza di agrumi sugli alimenti da cuocere al vapore
  • Fettine di cipolla e cipollotti tagliati grossolanamente
  • Fettine di aglio, peperoncino, zenzero o lemon grass
  • Oli saporiti quali l’olio di sesamo, di noce o di nocciola, oppure oli aromatizzati con erbe, peperoncino o aglio: condisci gli alimenti con un po’ di olio prima di metterli nella vaporiera

6. La cottura al vapore è rapida e semplice

Cuocere al vapore è uno dei metodi di cottura più semplici che esistano. Dopo aver preparato gli alimenti, devi semplicemente disporli nella vaporiera, attendere che il vapore compia la magia e servirli. È davvero così facile! Non devi girare gli alimenti per cuocerli uniformemente né controllare che non stracuociano o brucino. Ciò rende il vapore un fantastico metodo di cottura se non sei un cuoco esperto, se non ami cucinare, se hai poco tempo o se devi occuparti di altre attività mentre prepari i pasti (ad esempio, aiutare a fare i compiti o svuotare la lavastoviglie). La cottura al vapore non è stressante e non richiede l’uso di utensili aggiuntivi (che quindi non devono essere lavati), pertanto consente di ridurre il consumo di acqua a vantaggio dell’ambiente.

7. La cottura al vapore è versatile

Molti di noi utilizzano la cottura al vapore per cuocere le verdure, ma è possibile cuocere anche altri cibi, tra cui pesce, molluschi, pollo, carne, riso, patate, frutta, ravioli e dessert come ad esempio i muffin. Il vapore rappresenta inoltre un ottimo modo per riscaldare i cibi senza incidere su qualità, consistenza o gusto. Come sempre quando riscaldi gli alimenti, assicurati che siano ben caldi prima di servirli.

(Fai clic sull’immagine per andare alla ricetta)

8. La cottura al vapore è perfetta per i cibi delicati

Poiché il vapore cuoce gli alimenti a una temperatura inferiore rispetto alla cottura alla griglia, arrosto o alla frittura, è perfetta per cibi quali verdure e pesce che possono facilmente venire rovinati dal calore intenso. Inoltre, gli alimenti non si muovono durante la cottura al vapore e ciò consente di mantenerli intatti mentre, quando vengono cotti in una pentola d’acqua bollente, il costante gorgoglio dell’acqua causa un movimento continuo che può danneggiare i cibi delicati. Con la cottura al vapore otterrai un piatto delizioso sia per l’aspetto che per il sapore.

9. La cottura al vapore è economica ed ecologica

Molti di noi spengono le luci, chiudono le porte per mantenere calde le stanze e abbassano il termostato dei radiatori per risparmiare sulle bollette. Tuttavia, anche l’efficienza energetica in cucina può essere d’aiuto.

Grazie alla potente tecnologia Turbo Steam, con un serbatoio d’acqua da 800 ml e due fori di uscita del vapore per l’immissione di vapore nella cavità del forno, Panasonic CS88 consente di cuocere al vapore più piatti contemporaneamente su due livelli. Questo non solo consente di risparmiare tempo, ma anche di consumare meno energia poiché non richiede di alimentare piastre separate oppure la griglia o il forno. La cottura al vapore permette anche di ridurre il consumo di acqua (una grossa pentola contiene circa 3 litri di acqua), un’altra buona notizia per il nostro pianeta, oltre a consentirti di risparmiare sulle bollette dell’acqua.

Riferimenti

  1. McCance and Widdowson’s The Composition of Foods, settima edizione.
  2. Regolamento (EU) N. 1169/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori. Allegato XIII, Consumi di riferimento.
  3. Palermo, M et al (2014) The effect of cooking on the phytochemical content of vegetables. Journal of the Science of Food and Agriculture 94, 1057-1070. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24227349
  4. Rennie, C and Wise, A (2010) Preferences for steaming of vegetables. Journal of Human Nutrition and Dietetics 23 (1), 108-110. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19943843

Panasonic CS88 offre la massima comodità e versatilità senza compromettere le qualità nutrizionali dei tuoi piatti. Con la sua funzionalità vapore integrata, insieme ad altre funzioni di facile utilizzo, questo elegante modello è perfetto in ogni cucina.
Scopri di più sul nostro forno a vapore combinato

Scopri tutte le nostre ricette al vapore!

Condividi
Back to top