Pizza quasi carbonara

Ingredienti

  • INGREDIENTI IMPASTO PER PIZZA:

  • INGREDIENTI FARCITURA:

Introduzione

Addio alla classica margherita! Questa “quasi carbonara” è perfetta per proporre una pizza diversa dal solito.

Condividi

Ingredienti

INGREDIENTI IMPASTO PER PIZZA:
12g lievito di birra fresco (1,5 cucchiai) o 4gr lievito birra secco
470g farina panfocaccia agugiaro&figna
12g olio extravergine 1 cucchiaio
300g acqua fredda
INGREDIENTI FARCITURA:
salsa di pomodoro condita con olio extravergine
sale
origano
mozzarella *se in boccia va tagliata e lasciata sgocciolare per un paio d’ore
guanciale
pecorino romano dop grattugiato
uovo sodo
pepe macinato
foglie di basilico

Preparazione

1

Aprire il coperchio di Croustina, rimuovere il cestello del pane e posizionare la lama impastatrice nel perno d'appoggio del meccanismo per impastare.

2

Aggiungere lievito di birra fresco (o lievito di birra secco), farina, olio extravergine e acqua.

3

Selezionare il menu 17 e premere il pulsante AVVIO per avviare (il display mostra il tempo rimanente fino al completamento del programma).

4

Quando la macchina emette 8 segnali acustici e la spia END lampeggia premere il pulsante STOP. Rimuovere l’impasto dal secchiello con la mano leggermente bagnata (cercare di prendere la massa completa e non a pezzetti) e appoggiarlo su un tagliere spolverato leggermente con una farina di semola di grano duro.

5

Dividere la massa in 3 parti del peso uguale (circa 265 gr) e formare le palline con le mani leggermente infarinate onde evitare che l’impasto si appiccichi alle dita.

6

Lasciarle riposare per circa 2 ore sopra il tagliere, coperte da un panno leggermente umido.

7

Spolverare le palline con la semola di grano duro ed iniziare delicatamente con i polpastrelli delle dita a fare pressione dal centro della pallina verso l’esterno per creare il cornicione. Ripetere più volte l’operazione fino a quando le dimensioni saranno più o meno uguali al taglino di alluminio dove poi sarà appoggiata per la cottura. Attenzione a non schiacciare mai il bordo della pizza! Prima di appoggiarla sul teglino in alluminio, passare da una mano all’altra per togliere la semola di grano duro in eccesso.

8

Distribuire la salsa di pomodoro lasciando il cornicione libero ed infornare nella parte più bassa del forno a contatto con la sua superficie per circa 6/7 minuti.

9

Preparazione ingredienti (3 pizze):

Preparare 3 uova sode, successivamente dividere l’albume dal tuorlo.
Tagliare delle fette sottili di guanciale per le 3 pizze.

10

Farcitura:

Dopo aver fatto la prima cottura della pizza nella parte bassa del forno con il solo pomodoro, estrarla e aggiungere la mozzarella, sbriciolare e distribuire l’albume, stendere il guanciale ed infornare nuovamente nella parte alta del forno fino a quando la pizza diventa cotta e la mozzarella è ben sciolta (circa 4/5 minuti).

Buon appetito!

Condividila sul tuo social network:

Oppure puoi semplicemente copiarla e condividere questo URL

Ingredienti

INGREDIENTI IMPASTO PER PIZZA:
12g lievito di birra fresco (1,5 cucchiai) o 4gr lievito birra secco
470g farina panfocaccia agugiaro&figna
12g olio extravergine 1 cucchiaio
300g acqua fredda
INGREDIENTI FARCITURA:
salsa di pomodoro condita con olio extravergine
sale
origano
mozzarella *se in boccia va tagliata e lasciata sgocciolare per un paio d’ore
guanciale
pecorino romano dop grattugiato
uovo sodo
pepe macinato
foglie di basilico

Denis Lovatel

Denis Lovatel

Classe 1975, nel 2009 torna nel paese natale di Alano di Piave - dopo alcune esperienze nel mondo della ristorazione - per supportare il padre Ezio nella pizzeria di famiglia. Nella realizzazione delle pizze sceglie di mantenere l'originale impasto del padre: croccante e leggero, caratterizzato da bolle e alveature. Denis lo completa con farciture e topping gourmet. L'abbinamento impasto/farcitura è un successo totale che consente a Denis e alla sua pizzeria di entrare in fretta tra le migliori pizzerie d'Italia. Oggi Denis continua a lavorare assieme al padre, dedicandosi principalmente allo studio e alla ricerca di nuove combinazioni e ingredienti per le farciture, sviluppate con l'appoggio di un medico nutrizionista.

Back to top