Vegan pull apart bread

Ingredienti

Introduzione

Il pull apart bread nasce in versione dolce con la cannella e crema al burro e arriva dai paesi anglossassoni. Si tratta di un pane a fisarmonica: “pull apart” in inglese significa separare, proprio perché lo si può facilmente staccare fetta per fetta senza ricorrere all’ausilio del coltello. Le versioni originali naturalmente contengono latte e burro, ma vi assicuriamo che questa versione vegana e salata con pesto e patè di olive è davvero deliziosa. Per prepararlo utilizza la macchina del pane Panasonic Y2550 insieme alle farine della linea Alta cucina e farina di Agugiaro e Figna.

Condividi

Ingredienti

300g farina integrale mora
100g farina vigorosa
100g farina panfocaccia
50g lievito madre essiccato
300g acqua
20g olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino malto di riso
1 cucchiaino sale marino integrale
pesto q.b
patè di olive q.b
semia di chia o canapa q.b

Preparazione

1

Togliere il cestello dalla macchina del pane, versare le farine e il lievito madre secco mescolandole tra loro.
Aggiungere delicatamente l’acqua mescolata con il malto e inserire il cestello in macchina.
Avviare il programma 30 impasto, dopo qualche minuto aggiungere anche l’olio e quasi alla fine dell’impasto anche il sale.

2

Quando la macchina ha finito di impastare, scegliere il programma 31 solo lievitazione. Essendo una lievitazione naturale io ho preferito impostare 2 ore di lievitazione.

3

Passate le due ore, rovesciare delicaatamente l’impasto dal cestello sul piano da lavoro infarinato.
Sgonfiare delicatamente e stenderlo con il mattarello formando un rettangolo di circa 30×40.

4

Spalmare con pesto e patè di olive verdi. Tagliare delle striscie di larghezza simile allo stampo di plumcake che verrà utilizzato.

5

Ora fare un taglio a metà ripiegando poi tra loro ogni pezzo: bisognerà avere tanti quadrati uguali e doppiati che andranno spennellati con dell’olio prima di inserire nello stampo foderato di carta forno.

6

Oliare e spolverare di semi di chia e canapa, coprire bene e mettere al calduccio a lievitare ancora un paio d’ore, fino al raddoppio.

7

Cuocere in forno a 200 gradi per circa 30 minuti, sfornare, togliere dallo stampo (altrimenti il pane si inumidisce) e metterlo a raffreddare su una gratella.

8

Lasciare raffreddare bene il pane. Conservarlo in un sacchetto di carta e poi coprirlo anche con un sacchetto di plastica. Si conserva un paio di giorni fuori dal frigorifero.
Si può anche anche congelare a fette.

Buon appetito!

Condividila sul tuo social network:

Oppure puoi semplicemente copiarla e condividere questo URL

Ingredienti

300g farina integrale mora
100g farina vigorosa
100g farina panfocaccia
50g lievito madre essiccato
300g acqua
20g olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino malto di riso
1 cucchiaino sale marino integrale
pesto q.b
patè di olive q.b
semia di chia o canapa q.b

Daniela Boscariolo

Daniela Boscariolo

Daniela Boscariolo è da sempre appassionata di alimentazione. Ha frequentato corsi di macrobiotica e cucina naturale vegetale e ha così concretizzato la sua passione nel blog "Timo e lenticchie". La sua cucina è essenzialmente glocal: mescola ingredienti di eccellenze del territorio con sapori nuovi dal mondo, preparando piatti composti principalmente di verdura, frutta, legumi, cereali integrali, germogli e semi oleaginosi. Appassionata di fotografia da sempre, ama giocare con i colori degli ortaggi nelle sue ricette e presentarle come fossero “quadri”. Il suo motto: "Mangiare verde non vuol dire mangiare triste, vuol dire riempirsi di energia e felicità".

Back to top